icona
   
Formazione
ll mondo dell'edilizia è in continua trasformazione ed evoluzione.
Esiste un'esigenza reale di formazione per accompagnare i processi di innovazione tecnologica e organizzativa della filiera delle costruzioni.
Il settore ha bisogno di formare figure nuove e soprattutto di riconvertire figure esistenti che, già in possesso di competenze generali, hanno bisogno di specializzarsi su nuovi materiali e tecniche costruttive o acquisire informazioni aggiornate sugli aspetti legislativi, normativi e procedurali.

Per questo il Consorzio ISEA dedica molte delle sue energie alle attività di formazione e informazione e accompagna le imprese e gli operatori del settore delle costruzioni nel loro percorso di aggiornamento e formazione continua.
icona
   
Notizie
Se le imprese appartengono all’Ance è una garanzia per chi ristruttura
09/10/2018


Il calcestruzzo è garantito fino a 50 anni e le costruzioni risalgono mediamente agli anni ’60-70’ eppure,
“io ho imbiancato casa un anno e mezzo fa, sto a posto” è la risposta tipo del proprietario di un immobile quando gli viene prospettata la necessità di fare interventi di ristrutturazione.

Così ha detto il Vicepresidente di Ance nazionale Rudy Girardi quando l’ing. Luigi Petti, Professore presso l’Università di Salerno, ha stigmatizzato il problema dei 2 milioni di edifici pericolanti riconducendolo al fatto che "nel nostro Paese manca la cultura della prevenzione, per questo il vero malato cronico è il patrimonio".
Una platea di un centinaio di persone riunita per ascoltare 10 tecnici di levatura nazionale ha battuto le mani all’unisono: era il 12 settembre all’Auditorium Petruzzi di Pescara nell’ambito del convegno di ISEA e ANCE su “SismaEco Bonus - interpretazione definitiva di Sisma ed Eco BONUS fa ristrutturare senza anticipare le spese”.

Ma non è solo la cultura della prevenzione a mancare, bensì anche una ignoranza di fondo che impedisce di riconoscere la necessità di una competenza specifica nel campo delle costruzioni: in sostanza, un capomastro ne sa quanto un ingegnere o un architetto, ma costa meno. E così, spesso vengono commissionati cantieri ad operai amici i cui lavori ricadono sotto la direzione del proprietario dell’immobile! O anche ad imprese amici di amici, oppure semplicemente che costano meno: i risultati li vediamo tutti i giorni, sono imprese che lasciano il cantiere a metà e scappano come è accaduto all’Aquila, oppure consegnano una casa che è già da riparare, oppure aumentano i costi in corso d’opera eccetera… di esempi ne conosciamo a iosa.
"In generale si fa fatica a capire che creare porte in più in una casa, tanto per fare un esempio, cambia la stabilità dell’edificio – dice il prof. Petti – e non se ne conosce più la risposta ad un fenomeno tellurico; come pure vanno tenuti presenti i cambiamenti dell’ambiente circostante: il tracciato realizzato per il passaggio della filovia all’Aquila creò l’infiltrazione di acqua che poi modificò la stabilità del famoso palazzo degli universitari crollato il 6 aprile 2019".
Ebbene, sono solo esempi, ma rendono l’idea di quanto sia importante affidarsi a professionisti e imprese entrambi garantiti.

L’unico a dare tutte queste garanzie e oltre è il sistema Ance, perché impone alle sue Associate il possesso di una serie di tutele a favore del committente che vanno dall’assicurazione alla solvibilità alla copertura finanziaria…

Non da ultimo, l’accesso al sistema Deloitte (https://www2.deloitte.com/it/it/pages/tax/solutions/sisma-bonus2---deloitte-italy---tax.html) è riservato solo alle imprese Ance e ai suoi professionisti e consulenti: le imprese che non fanno parte del sistema non godono di questa forma di monetizzazione del credito di imposta collocata in capo a ciascun proprietario di immobile.

"I numeri degli investimenti attivabili dalle ristrutturazioni sono pari a circa 105 miliardi sul territorio nazionale: in Abruzzo, calcolato che abbiamo 348mila residenze ad alto rischio sismico, si potrebbero attivare 3 miliardi e 500 milioni solo a Pescara" - ha concluso Flavio Monosilio Direttore del Centro Studi di Ance nazionale.
Ance nazionale, Girardi: gli incentivi pagano gli interventi
09/10/2018


SismaEco Bonus sono gli incentivi che ripagano gli interventi della ristrutturazione, a volte quasi completamente, tanto che "sono moneta virtuale" per Fabio Monosilio, Direttore del Centro Studi dell’Ance nazionale.

Ma v’è di più secondo il Vicepresidente di Ance nazionale Rudy Girardi, che al convegno ISEA – Ance del 12 settembre (http://www.consorzioisea.it/formazione.aspx) ha dichiarato: "Non solo gli incentivi pagano gli interventi, ma l’Ance ha anche creato una piattaforma con Deloitte (https://www2.deloitte.com/it/it/pages/tax/solutions/sisma-bonus2---deloitte-italy---tax.html) che consente di monetizzare il credito di imposta riconosciuto a ciascun proprietario di immobile: vi possono accedere condomini, imprese e banche".

Basta accedere alla piattaforma, compilare i dati necessari e avvalersi del Simulatore che esegue il conteggio per avere la percentuale di detrazione relativa all’intervento che si intende effettuare: semplice no?

Si tratta di una piattaforma on line, un marketplace destinato alla gestione del Credito di imposta, cioè il cosiddetto «sismabonus ed ecobonus condomini»: per beneficiarne, ai condomini è necessaria semplicemente una delibera, a tutti gli altri è sufficiente individuare l’impresa che dovrà eseguire i lavori, che poi sarà la stessa che si occuperà di istruire la pratica.

Nella sostanza è un sistema fortemente innovativo perché contempla la possibilità di CEDERE IL CREDITO alle imprese esecutrici degli interventi e ai «soggetti privati» coinvolti nella gestione del cantiere.

Il fatto è di non poco conto in quanto rimette in pista anche chi è incapiente: vediamo come funziona.

Uno dei soggetti che appartiene al cantiere (l’impresa, un altro condomino, ecc...) compera il credito e, pagando materialmente una somma di denaro, consente al titolare del Bonus di eseguire i lavori integrando di suo solo una percentuale minima, magari usufruendo di un prestito da rimborsare in minuscole rate mensili.

In questo modo, si può dire che gli incentivi ripagano gli interventi, ed è LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA D’ITALIA che si interviene sul costruito anziché sul futuro.

Sicuramente sono stati i terremoti che hanno devastato il Centro Italia in tempi recenti – 6 aprile 2009 L’Aquila e 2016-2017 sequenza Amatrice – che hanno cambiato l’approccio alla prevenzione: non più solo leggi per disciplinare il nuovo bensì interventi sul già costruito, cioè sul vero problema del Paese, che sono quei 2 milioni di abitazioni a rischio di crollo insieme al 30% in pessimo stato di conservazione.
CONVEGNO SISMA ECO BONUS A PESCARA - 12 SETTEMBRE 2018
31/08/2018

Per il 2018, il Governo, oltre a prorogare i bonus casa previsti nel 2017, li ha ampliati, aumentando notevolmente la platea dei beneficiari; ha ridisegnato gli incentivi sulla ristrutturazione, sul risparmio energetico, sulla sicurezza sismica con l’obiettivo di agevolare maggiormente i lavori capaci di migliorare la prestazione globale degli edifici.
Pertanto, a partire da quest’anno, sar possibile migliorare l’efficienza energetica e la sicurezza sismica degli edifici in maniera pi efficace e vantaggiosa, usufruendo delle agevolazioni fiscali previste dalle recenti Legge di Bilancio (Eco Bonus) e dalla Legge di Stabilit (Sisma Bonus).
E’ di estremo interesse il “Bonus Unico” per i condomini, che unifica i vari bonus che riguardano la casa in un bonus unico per le spese relative agli interventi su parti comuni di edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche, se finalizzati contemporaneamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica.
Saranno questi i temi che verranno approfonditi con relatori altamente qualificati, durante il convegno che l’ISEA ha organizzato per il 12 settembre 2018 a Pescara presso l’auditorium Petruzzi.
PREZZARIO ABRUZZO 2018
26/03/2018

Con il Delibera n. 82 del 12/02/2018, pubblicata sul B.U.R.A.T. Ordinario n. 11 del 14/03/2018, la Giunta Regionale ha approvato l'aggiornamento 2018 del Prezzario delle opere edili.
Il link per consultare e scaricare il nuovo prezzario è il seguente: http://www.regione.abruzzo.it/osservatorioappalti/prezzario/.
Inoltre si ricorda che il consorzio ISEA supporta costantemente la Regione Abruzzo nell’aggiornamento continuo del Prezzario e a tal fine ha dedicato una pagina web (http://www.consorzioisea.it/prezziario.aspx) in cui è possibile proporre nuove voci di prezzo o modifiche a voci di prezzo già presenti nel prezzario. Le proposte inviate saranno sottoposte alla Commissione Prezzario del CE.RE.MO.CO. Centro Regionale di Monitoraggio e Controllo, istituito con L.R. 27/03/1998 n. 21) e al C.R.T.A. Comitato Regionale Tecnico Amministrativo Sezione Lavori Pubblici.
CORSO IFTS per Tecnico esperto nei processi di monitoraggio e gestione del territorio per la sostenibilità ambientale dell’industria e delle attività d’impresa.
26/03/2018

L’ISEA è partner dell’ATS formata da SGI, Università degli Studi dell’Aquila, Confindustria L’Aquila, Ambecò, ITIS Ettore Majorana, ISS Galileo Galilei che sta attivando il CORSO IFTS per “Tecnico esperto nei processi di monitoraggio e gestione del territorio per la sostenibilità ambientale dell’industria e delle attività d’impresa”.
L’obiettivo del progetto è quello di formare un’alta specializzazione tecnica e professionale fortemente connessa ai bisogni di sviluppo del territorio e delle aziende in esso operanti in tema di implementazione, gestione e monitoraggio di sistemi di sostenibilità energetico-ambientale.
In particolare, si mira a formare tecnici di monitoraggio e gestione del territorio e dell’ambiente che abbiano approfondite conoscenze e competenze in materia di sostenibilità energetico ambientale applicate al settore industriale e dell’attività d’impresa.
Tale figura professionale si colloca all’interno di imprese che intendono migliorare e/o modificare i propri processi produttivi al fine di promuoverne la sostenibilità sociale ed ambientale. Poiché questi ultimi sono i principi fondamentali della Carta di Pescara, la disponibilità di una tale figura sul mercato del lavoro consente di prevedere un incremento delle aziende in grado di aderire alla Carta stessa.
   
CONSORZIO ISEA

Via Alcide De Gasperi, 60
67100 L’AQUILA (AQ) Italy
Tel. 0862414253
Fax. 0862414253
E-Mail: info@consorzioisea.it
Internet: www.consorzioisea.it